marted, novembre 21, 2017 09:57

Caïnan Dawn – Nibiru (2011)

Primo full-lenght per i francesi Caïnan Dawn che, nonostante la pressoché stabile line-up, arrivano al primo album solo a 7 anni dalla fondazione.
Tuttavia, questa attesa sembra ripagare la band che, dopo una rapida e misteriosa intro strumentale, da sfogo ad un black dai toni classici: dominio della batteria, che procede con oppressivi blast beats, che ben dialoga con la chitarra distorta e supporta buoni vocals alla Darkthrone, interpretati in questo caso da un buon Heruforod, all’altezza del compito. La peculiarità del combo di Chambéry è l’inserimento più marcato del basso nelle tracce, pur senza esasperarne il ruolo. La pecca che può essere riscontrata è purtroppo una mancanza di originalità tra le tracce, che pur procedendo il modo fluente tra loro, tendono a imitare l’una le atmosfere e le strutture dell’altra. Tuttavia, per fortuna dell’ascoltatore, questo vizio di forma non rovina in modo drammatico la release, che rimane pertanto meritevole di un buon giudizio.
Le potenzialità ci sono tutte, al prossimo album per un’eventuale riconferma.

Recensione a cura di: Akaah

Giudizio complessivo: 8/10

Tracklist

1.Noen
2.Masticatione mortuorum
3.Forsaken
4.The advent
5.Deep hollow
6.Heroes of old
7.Edge of Ziggurat
8.By my oath (Bound to darkness)

Comments are closed.