sabato, novembre 18, 2017 00:37

Cadaveria – The Shadow’s Madame (2002)

Primo disco solista per l’ex cantante del black metal act Opera IX. Prodotto dalla Scarlett Records. La prima traccia “Spell” parte benissimo con un ottimo intro ripreso da un vecchio vinile con tanto di puntina gracchiante. Finita l’intro parte la vera e propria canzone. La traccia si apre con riff trascinanti e vocals in growl / scream e poi prosegue con voce pulita. Bellissimo lo stacco nel mezzo della song che accentua le sensazioni oscure prodotte sapientemente dalla batteria furiosa, precisa e potente di Flegias.
“Declaration Of Spiritual Independence” e a dir poco stupenda a partire dal titolo (dichiarazione di indipendenza spirituale) composizione con grandi riff classicheggianti, alternanza di uso della voce, da sempre marchio di fabbrica della grande Vocalist. Straordinario drumming di Flegias, ottimi come sempre i cambi di tempo, orchestrati alla perfezione tra le chitarre e gli splendidi inserimenti di tastiera di Baron Harkonen.
“In Memory Of Shadow’s Madame” emozionante per la bellezza creata dalla musica e dalla grandissima qualità vocale della mitica Cadaveria.
“Circle Of Eternal Becoming” anche questa composizione è una perla nel disco. Ottima la musica con grandi riffing classici ed epici. Grande potenza di Flegias. Ottima come sempre Cadaveria. Sul finale del brano splendido assolo chitarristico di Frank Booth.
“The Magic Rebirth” i riff sembrano richiamare i primi Death SS, nel proseguo la composizione assume prospettive doom, almeno da parte dei riff, mentre la voce è in bilico tra clean e scream senza mai perdere fascino.
“Black Glory” è una delle più “easy listenings” dell’intero album. Affascinante e non banale, ottima prova su tutti da parte di baron Harkonen capace di creare atmosfere horrorifiche e sognanti con i synth.
“Absolute Vacuum” parte con un grandissimo fraseggio chitarristico. Composizione che è fra le migliori dell’album. Verso la fine del brano possiamo ascoltare una grande prova vocale in clean, della bravissima cantante e mente principale del progetto, farcita da un grande assolo eseguito con plettrate alternate e perizia tecnica invidiabile.
Questo full-lenght è un vero inno al black metal sinfonico nell’accezione più alta del termine.
Ottima prima prova da solista per Cadaveria che si conferma una delle migliori voci in ambito estremo.

Recensione a cura di: Darkthrone85

Giudizio Complessivo: 8,5/10

Tracklist

1.Spell
2.Declaration Of Spiritual Independence
3.In Memory Of Shadows’ Madame
4.Circle Of Eternal Becoming
5.The Magic Rebirth
6.Black Glory
7.Absolute Vacuum

Comments are closed.