sabato, ottobre 20, 2018 08:50

Blut aus Nord – What Once Was… Liber II (Ep, 2012)

Blut Aus Nord, basta questo nome per assicurarsi di avere il meglio quando si parla di Black Metal all’apice della sua non ortodossia, e non si smentiscono mai. What Was Once… un EP che serve da prefazione all’ultimo volume di un concept portato avanti da diversi anni, l’opera si concluderà con 777 Cosmosophy, la fine di un’evoluzione, l’inizio di una nuova vita e di una nuova forma.
Una prefazione in cui si comprende la trasformazione dell’uomo nella sua struttura, nei suoi elementi, nella materia e nella sua filosofia. Un uomo proiettato nel Cosmo, la sua carne si è trasformata in freddo metallo, la sua anima è stata cancellata, non più parti vitali ma parti meccaniche. Musica gelida, l’apoteosi della dissonanza, terribilmente maestosa, tragicamente imponente, ci sono attimi in cui ci si sente trascinare e stritolare da arcani ingranaggi, quasi a volerci trasformare in quelle ipotetiche vite che affollano un inferno perso nell’Universo: il terrore corre nello spazio profondo. Eppure ad un orecchio attento, non sfugge quella triste e malinconica  melodia che a tratti fa la sua comparsa accompagnata da voci che sembrano provenire dall’oltretomba, il disperato tentativo di aggrapparsi ad un passato e ad una vita che non esiste più. La domanda che mi sorge spontanea è : questo è il futuro che dovremmo evitare……o il presente da cui dovremmo fuggire? Penso che la risposta la potremmo trovare in 777 Cosmosophy, ma onestamente, il prologo mi terrorizza.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 9/10

Tracklist

1. I
2. II

Comments are closed.