lunedž, novembre 20, 2017 05:45

Blut aus Nord – Odinist-The Destruction of Reason by Illumination (2007)

Una intro di brevi note spettrali introduce l’ultimo criptico lavoro dei Blut Aus Nord.
“An Element Of Flesh” non ci invade, come certo black, ma invece ci pervade sottile e ronzante come una macchia scura che si allarga coprendo la luce,come un insetto,come uno sciame.. La voce pare un leggero mormorio, non¬† un grido di dolore o tortura. “The Sounds Of The Universe” presenta gli stessi caratteri della canzone precedente, ancora una volta √® un male silente e velenoso.
Ci regala per√≤ un’assolo, ma breve, per continuare poi a pervadere le nostre anime con questa cupa
profondità quasi ambient.
La title-track è quasi darkthroniana..leggera,come un vento che spira tra antiche rovine, prima che anche la batteria si faccia udire,e la voce pare sempre quel mormorio di anima spettrale sospesa tra due mondi.
Sempre con quel tono quasi ambient. Con un ultimo grido svanisce,per fare seguire “A Few Shreds of Thoughts”,sempre sullo stesso stile. Mormorii cupi, chitarre che nel finale giocano istanti di silenzio e di suono, e un’ultima risata malvagia.
“Ellipsis” ha sempre lo stesso ritmo rallentato e profondo,con quello scream sapientemente a malapena sussurrato,e queste chitarre come ronzii lontani. Finisce con un ultimo respiro,un rantolo,per fare seguire “Mystic Absolu”, nella quale la batteria sembra prevalere, almeno all’inizio, per poi tornare a fondersi nel cheto insieme, che quasi sfocia nell’ambient. Per un attimo sono le chitarre,ronzanti pi√Ļ che mai,a prendere il sopravvento,ma lo scream rimette ogni cosa al suo posto.
La darkthroniana “The Cycle of the Cycles” fa risaltare ancora di pi√Ļ lo scream prima,la batteria poi,in un black oscuro e misantropo,che¬† ricorda quasi Krohm. Verso la fine ci regalano anche un’assolo. Un ultimo rantolo di dolore chiude la canzone.
L’ outro chiude il disco come era iniziato,con cupe e profonde note.
Cd difficile giudicare, perch√© se le canzoni sono, √® vero, tutte pi√Ļ o meno identiche, si tratta comunque di black valido.

Recensione a cura di: DelemnO

Giudizio Complessivo: 7/10

Tracklist

1.Intro
2.An Element of Flesh
3.The Sounds of the Universe
4.Odinist
5.A Few Shreds of Thoughts
6.Ellipsis
7.Mystic Absolu
8.The Cycle of the Cycles
9.Outro

Comments are closed.