lunedì, novembre 20, 2017 13:23

Blut aus Nord – 777 – Cosmosophy (2012)

Non c’è nulla da fare, quando devo parlare dei Blut Aus Nort….m’illumino d’immenso, e anche con questo loro ultimo lavoro la situazione non cambia. 777 – Cosmosophy ultimo capitolo di una trilogia iniziata nel 2011 con 777 – Sect(s), proseguita con 777 – Il Desanctification, 2 piccoli capolavori cibernetici, quasi extraterrestri piovuti sulla Terra da un terrorizzante spazio profondo, ed ora ecco che con quest’ultimo capitolo, la band sembra voler ricondurre ad una vittoria dell’uomo sulla mostruosità delle macchine, una sorta di vendetta del biologico sul meccanico, in cui melodie molto meno dissonanti, sovrastano i rumori meccanici degli invasori, siano essi alieni o, semplicemente, perversamente umani. Come già accennato in precedenza, quello che spiazza in questo disco, sono le melodie che regnano sovrane sulla quasi totalità dell’album, come ad indirizzarci verso una filosofia in cui il Cosmo diventa parte integrante degli esseri viventi, fatti di carne, sangue e ossa, in una sorta di equilibrio e di armonia in cui le dissonanze vengono dissolte in atmosfere oniriche, quasi magiche, la liberazione dell’io dalle catene della sudditanza nelle sue mille sfaccettature e lo spaziare del corpo e della mente nell’immensità dell’Universo, senza limiti e senza barriere. Se ascoltiamo bene il disco, ci accorgeremo come la situazione appena descritta si evolve con lo scorrere dei brani, da Epitome XIV fino alla conclusiva Epitome XVIII, la melodia si evolve, come un organismo a sé stante, dalla sua forma imperfetta e primordiale, attraversando, come in Epitome XV, una barriera di trama cibernetica, per liberarsi e dilagare chiara e pulita nella parte finale, lasciando comunque spazio in Epitome XVIII, nella sua fase conclusiva, ad un occhio sull’oscurità non più minacciosa di un Universo sconosciuto ma affascinante; l’unica cosa che vorrei riuscire a capire, è se questo Universo sia all’esterno o all’interno di noi.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 9/10

Tracklist

1. Epitome XIV
2. Epitome XV
3. Epitome XVI
4. Epitome XVII
5. Epitome XVIII

Comments are closed.