giovedž, ottobre 18, 2018 03:58

Blood Mortized – Bestial (Ep, 2011)

Seconda release per il combo svedese Blood Mortized. Si tratta di una tape, limitata a cento esemplari numerati a mano, edita dall’etichetta Nocturnal Blood.
Il gruppo si forma nel 2007, il debutto discografico arriva due anni dopo, nel 2009 grazie al primo full-length Blood Mortized, una vera e propria furia di death metal old-school, molto ben suonato, buona produzione e ottimi spunti creativi.
Questa la formazione del progetto : Mattias Borgh – batteria; Anders Hansson – chitarre; Mattias Parkkila – voce.
Le tematiche liriche ricorrenti del terzetto svedese sono la morte e la fascinazione estrema per i temi gore tanto cari al death metal.
‚Äú Bestial ‚Äú la prima traccia della release, nonch√© title-track, si apre con ritmi e distorsioni chitarristiche classiche del genere. Molto buono il drumming di Mattias Borgh che non risulta mai troppo eccessivo. Dopo alcuni secondi arriva la vera arma in pi√Ļ del terzetto svedese. Il growl profondo e personale di¬† Mattias Parkkila. La composizione scorre fluida nei minuti successivi anche grazie a rilevanti inserimenti chitarristici e rallentamenti efficaci.
“ Shadow Of The Quarter Sun “ dopo la prima badilata, arriva la seconda. Composizione tirata, potente e con un drumming incessante sapientemente coadiuvato dalla ritmica chitarristica. A fare la differenza arriva, dopo pochi secondi, la voce in growl di  Mattias Parkkila. Composizione efficace nella sua semplicità; puro death metal in your face con tematiche tipiche del genere e un growl magistrale. Notevoli le variazioni stilistico-compositive presenti nel brano, senza dubbio al cospetto del miglior brano della release.
‚Äú Rekviem ‚Äú l’ultima traccia del lotto √® una lunga traccia di quasi sette minuti. L’introduzione di oltre un minuto e venti √® un pochino eccessiva e sfianca, soprattutto dopo aver ascoltato due badilate come le tracce precedenti. Tuttavia da il giusto respiro alla traccia. Song molto particolare; il death classico del gruppo svedese si fonde con un doom ricercato e personale. Composizione che chiude al meglio il disco.
Un buon Ep che mette in luce i punti di forza del combo svedese.
Ora attendo fiducioso una nuova uscita per capire le vere potenzialit√† di questo progetto, sicuramente notevole dal punto di vista death metal, ma che deve rivedere un pochino l’aspetto compositivo per non essere uno dei tanti gruppi-cloni che saturano il mercato discografico estremo.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio complessivo : 7/10

Tracklist

1. Bestial
2. Shadow Of The Quarter Sun
3. Rekviem

Comments are closed.