martedž, novembre 21, 2017 09:57

Blodarv – Beyond Life (Ep, 2004)

Riedizione del 2004, del demo precedentemente uscito, autoprodotto e oramai fuori produzione da anni. Rarissimo Ep di non facile reperibilità.
In questo splendido demo troviamo 3 pezzi, carichi di immagini visionarie, occulte, ermetiche, partorite dalle fervidi menti dei protagonisti principali del gruppo, vale a dire: Hugin (massimo compositore, autore dei testi del gruppo, cantante e chitarrista) e Isaz, voce femminile del combo danese.
” Langt v√¶k fra Livet ” chitarre iper-distorte e particolarmente zanzarose introducono con riff particolarissimi questa splendida composizione. Dopo pochissimi secondi ecco la splendida voce eseguire uno scream devastante. Buona la batteria (mai troppo invadente) ottime le atmosfere che questo gruppo sa regalare all’ascoltatore, e questa √®, forse, la loro migliore caratteristica ed il loro punto di forza. Praticamente attraverso la loro arte nera sono in grado di comunicare stati d’animo ed atmosfere malate e marcescenti. Perfette le clean vocals di Isaz, femminili, che danno una luce completamente nuova alla composizione, gi√† di per se particolarmente efficace, seppur non particolarmente violenta, ma dall’anima oscura. Splendido esempio di black metal, suonato perfettamente, con una produzione perfetta per lo scopo, ovvero raw quanto basta, che sa regalare all’ascoltatore tutte le sfumature sonore di cui ha bisogno, senza rinunciare a tutte quelle sporcizie tipiche delle vere produzioni black. Stupendo l’andamento della song. Pezzo strepitoso
“ The Death of Linaria “ è un pezzo molto corto, nel quale la struttura portante della composizione è retta da qualche linea di basso e dalla chitarra che esegue arpeggi molto lenti e ripetuti. Splendida la voce di Hugin che recita una poesia, particolarmente sofferta. Strepitosa composizione che, in pochissimi minuti, ci regala una perla di alta classe.
‚Äú Beyond Life¬† ‚Äú e siamo alla title-track dell’ Ep, che parte veramente in quarta, con una produzione sempre pi√Ļ raw al limite del cacofonico. Maligni ed epici al punto giusto: un mix perfetto che unito alla batteria, e alla voce di Hugin ci fanno trovare innanzi ad un’altra perla nera.
Giungo alla fine del lavoro pienamente soddisfatto da quanto ascoltato. Disco ricco di metafore, citazioni ermetiche, canzoni strutturate perfettamente, vocalizzi perfetti tra scream (Hugin) e clean (Isaz) e una straordinaria attitudine black.
Onore al combo danese.

Recensione a cura di: Darkthrone85

Giudizio Complessivo: 8,5/10

Tracklist

1.Langt væk fra Livet
2.The Death of Linaria
3.Beyond Life

Comments are closed.