sabato, novembre 18, 2017 10:03

Blaze of Perdition – The Hierophant (2011)

Secondo full length per i polacchi Blaze of Perdition, che a partire dal 2009 hanno già al loro attivo 2 EP, 1 split e un Full length. La band si presenta proponendoci quel genere di Satanic Black Metal che tanto si avvicina al filone intrapreso da band tipo i Watain, ma con una decisa impronta personale, ovvero, sono stati capaci di “addolcire” quelle che sono sonorità brutali e aggressive, con un intelligente uso delle chitarre, sono loro a dare quel tocco di magia nel cambiare atmosfere e tempi, passando dal ronzare tipico dell’ortodossia Black Metal ad arpeggi, se  pur brevi, che ricordano antichi madrigali e infondono quella parvenza di melodia che rende maestose, a tratti imponenti, le sonorità presenti nell’album. Decisamente originale e  ben riuscito l’utilizzo di 2 vocalist, sembrano aumentare la già marcata dose di aggressività presente nell’album. Per quanto tutte le tracce presenti mantengano un ritmo sostenuto, si trova spazio anche a parti più rallentate, creando una non linearità che toglie uno dei difetti, soventemente presente, in un genere così estremo…la noia. Decisamente un buon disco, innovativo, pur non trascendendo i canoni dell’ortodossia del genere, del resto la Polonia non è nuova nel proporci band che hanno fatto, fanno e faranno la storia del Black Metal.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 8/10

Tracklist

1. The Hierophant
2. Back to the Womb
3. Into the Hidden Light
4. Let there Be Darkness
5. Gospel of the Serpent’s Kin
6. I am Thy Plague
7. The Tower of Loss
8. Speak of Me Not
9. The Grail of Transfiguration

Comments are closed.