sabato, novembre 18, 2017 09:54

Blackosphere – Nightmares Of Forgotten Worlds (Demo, 2006)

I Blackosphere nascono nel Settembre del 2006 ad Aprilia,una piccola città in provincia di Latina. Nel mese di Luglio registrarono il loro primo demo ufficiale “Nightmares Of Forgotten Worlds” al Black Macigno’s Studio, con un’attrezzatura essenziale, in presa diretta, che ha dato alle canzoni un sound molto grezzo.
“ Frozen Dreams  “ è il primo pezzo del demo. Come ho già detto il suono è davvero grezzo, ma non un grezzo “solito” del black, qualcosa di volutamente grezzo reso ancor più grezzo dalla strumentazione non propriamente adeguata (oltre che dalla registrazione in presa diretta senza aggiustamenti vari e sovra incisioni. Si nota comunque una grande performance vocale, supportata bene dalla struttura musicale. Visto il tipo di produzione (grezzo è poco) non si possono apprezzare tutte le varie sfumature artistiche del gruppo. Ciononostante possiamo ammirare un buon arpeggio chitarristico e una buona padronanza della batteria.
“ My Shining Comet “ l’introduzione al pezzo è davvero ben eseguita con dei giri di basso gradevoli, supportati alla grande da una batteria, in secondo piano, che svolge un ottimo lavoro. Poi arriva la voce che esalta la composizione. Buona composizione incentrata particolarmente sulle capacità di creare musica d’atmosfera da parte del gruppo e sulle capacità vocali del singer.
“ Journey Through The Silence “ è una delle composizioni migliori del demo. Particolarmente interessanti risultano determinati usi stilistici. La composizione rimane fra le migliori in assoluto del demo per completezza e ricercatezza stilistica e per l’assoluto splendore di episodi strumentali che tracciano una linea netta tra quanto già sentito con le tracce precedenti e questo terzo brano. Tuttavia la produzione particolarmente grezza “rovina”gran parte del pezzo.
“  Mind Shadows “ Ottimo l’arpeggio iniziale di chitarra che delinea la prima parte poi la rullata di batteria ci fa capire che sarebbe arrivato il momento del balck grezzo. Ottima come al solito la voce e le parti di chitarra soprattutto. La batteria in più di un frangente è interessante, ma purtroppo il suono, non permette di farci sentire la sua potenza in pieno, peccato. Le idee comunque ci sono e anche alcune idee compositive lo dimostrano ampiamente.
“ Blackosphere “ atmosfere strettamente Joy Divisionane all’inizio di questo pezzo, complici determinati accordi e arpeggi chtiarristici che ci rammentano il dark-rock nella sua essenza principe (eterno onore a Ian Curtis e al suo gruppo) Poi la produzione si fa di nuovo pessima (a dir poco) e riecco l’attacco black metal della band di Aprilia, stavolta particolarmente marcio e mal prodotto, il che non è per forza un difetto.
Un lavoro pregevole considerando soprattutto la qualità delle registrazioni, un sound estremamente raw, comunque ascoltabile. Ottima dedizione, e a giudicare dalla giovane età del gruppo, sicuramente con il prossimo lavoro non potranno che migliorare.
Buon inizio.

Recensione a cura di: Darkthrone85

Giudizio Complessivo: 7/10

Tracklist

1.Frozen Dreams
2.My Shining Comet
3.Journey Through The Silence
4.Mind Shadows
5.Blackosphere

Comments are closed.