sabato, novembre 18, 2017 09:58

Black Flame – Welcome (Demo, 2001)

Questa è la prima, gloriosa uscita, a nome Black Flame e ci regala una band capace di comporre tre perle di black metal, puro e incontaminato.
Si comincia con “ Declaration of the Black Order ” che è l’introduzione del demo. Atmosfere cupe e oscure introducono questo demo con rumori naturali e artificiali supportati alla grandissima dai riff di Cardinale Italo Martire e dal basso di Serpentrax che dona notevole potenza al suono e determina anche la soluzione ritmica.
“  Essence Of War”  il suono è marcissimo, com’è giusto che sia. Nonostante tutto si riesce a distinguere bene ogni strumento. Notevole produzione dunque, nonostante sia molto raw. Grandiosa la voce di Cardinale Italo Martire. Ottimi i suoi riff, così come i giri di basso che donano una potenza incredibile alla composizione, e la batteria ritmica a tratti, altre volte un po’ più veloce e tecnica del bravissimo m:A Fog. Vero cuore de combo torinese. Straordinarie le varie pause, con le ripartenze a dir poco brucianti come quella a metà composizione, che viene preceduta dalle urla misantropiche e ricche di violenza primitiva del grandissimo Cardinale, che poi sciorina dei riff malvagi, oscuri e velocissimi. Dopo una strabiliante partitura di batteria, eseguita con la solita immensa classe da m:A Fog ecco sopraggiungere una bellissima parte strumentale, eseguita da Serpentrax e Cardinale Italo alle chitarre. Vocalizzi in scream ma molto delicati e chitarre dall’atmosfera trasognanti. Come rompere questo dolce idillio? Semplice, ci pensa il drumming feroce di m:A Fog ad una velocità d’esecuzione allucinante! Suprema perla nera. Straordinaria l’aurea oscura in cui la composizione fa immergere l’ascoltatore, pura poesia nera.
“  The Priest , The Whore & The Fucking Sabbath “ riff galattici, introducono questa composizione, freddi e oscuri, spietata la batteria: ora più controllata, dopo più furiosamente black. Ottimi i giri di basso che impreziosiscono tutto, tipico sound della chitarra “zanzarosa” quanto basta, senza essere eccessiva. Su tutto si staglia la magnifica voce in scream de grande Cardinale Italo Martire, a tenere tutta al composizione, sia dal punto di vista ritmico che strutturale è senz’altro m : a Fog, sempre tra i migliori del suo ruolo è un batterista completissimo.
Demo strepitoso, solo due canzoni più una intro, ma eseguito da musicisti davvero validi e soprattutto si sente, anche nel black italiano, qualcosa di non “già sentito” qualcosa di nuovo e che nei vari dischi a seguire sapranno imporre anche a livello internazionale, una band di cui andare veramente fieri.
Bravissimi Black Flame, che la sacra Nera Fiamma vi conservi così, intatti e fottutamente oscuri.

Recensione a cura di: Darkthrone85

Giudizio Complessivo: 8/10

Tracklist

1.Declaration of the Black Order ( INTRO )
2.Essence of war
3.The Priest , The Whore & The Fucking Sabbath

Comments are closed.