lunedì, novembre 20, 2017 05:41

Bilskirnir – Weltenbrand (Ep, 2011)

Ritorno discografico per uno dei progetti più rappresentativi del sottogenere NSBM.
Ep sette pollici, autoprodotto, rilasciato in 125 esemplari numerati a mano.
Così ci appare questa nuova fatica del tedesco Widar e del suo progetto Bilskirnir.
Il cammino parte nel 1996, anno di formazione del progetto, e dall’anno successivo con numerose release fra Demo, Ep, Split e Album impone il suo nome nell’olimpo del genere NSBM.
Le tematiche vanno dal nazionalsocialismo al paganesimo, mentre per quanto riguarda l’aspetto musicale, Widar propone da sempre un black metal classico e primitivo.
“ Weltenbrand “ la title-track del disco si presenta come un classico del repertorio Bilskirnir. Puro black metal, incontaminato, sorretto da una produzione grezza ma precisa, un ritmo non particolarmente forsennato, delle scream vocals personali e convincenti e splendidi inserimenti chitarristici che donano alla traccia quel quid in più decisivo e che, da sempre, fanno emergere le composizioni di Widar nell’affollato panorama nero mondiale. Non c’è niente da fare quando si parla di Bilskirnir si ha sempre a che fare con un’assoluta certezza, Widar non tradisce mai.
“ Nebelheim “ outro che rappresenta una sorta di coda strumentale per la composizione precedente, buona ma sicuramente meno incisiva della title-track, tuttavia rimane una chiusura sufficientemente efficace che ci regala un’altra anima del progetto tedesco, Widar è una garanzia assoluta di qualità anche quando realizza un’uscita come questa della durata di sei minuti scarsi, l’ascoltatore può essere sicuro fin dal principio dell’assoluta dedizione e perseveranza dell’artista tedesco.
Widar dimostra con questa nuova release di essere rimasto sempre lo stesso, fedele alla sua linea fino in fondo : prendere o lasciare; sicuramente i sostenitori del progetto tedesco o dell’NSBM in generale avranno pane per i loro denti.
La differenza abissale fra questo e gran parte degli altri NSBM act risiede nell’assoluta bellezza compositiva e lirica delle sue opere.

Recensione a cura di : Darktrone85

Giudizio complessivo : 7/10

Tracklist

1. Weltenbrand
2. Nebelheim

Comments are closed.