luned, novembre 20, 2017 13:32

Bilskirnir / Evil / Pantheon – Under the Sign of the Hammer (Split, 2009)

Split molto interessante che vede protagonisti tre personalità di spicco nell’ambito dell’NSBM.
Ep realizzato in 7 pollici dall’etichetta discografica Darker than Black Records, limitato a 500 esemplari al Mondo contenti una spilla e 3 toppe (una per gruppo).
Il primo progetto principale, Bilskirnir, non penso abbia bisogno di ulteriori presentazioni. Widar, tedesco, crea questa one-man band nel 1996 e dall’anno successivo inizia a mietere successi con svariati demo, split, compilation e full-length. Fino ad arrivare a questo split a tre.
In “Ancient Honour ” (la traccia dello split riservata al progetto Bilskirnir) lo stile è sempre lo stesso: classico puro e marcio nsbm senza nessun compromesso. La composizione presenta ritmiche non particolarmente veloci ma pesanti come macigni. Le capacità di Widar non sono minimamente messe in dubbio, e difatti, il bravissimo tedesco ci regala una splendida perla di puro black metal con pesanti venature NSBM. Particolarmente convincenti sia lo scream che i ripetuti, claustrofobici e potenti riff chitarristici. Non mancano neppure cambi di ritmo e di stile. Brano che, in poco meno di tre minuti e mezzo ci regala emozioni a non finire.
Si passa dunque agli Evil. Storico gruppo NSBM proveniente dal Brasile. Si formano nel 1994 e dall’anno successivo riempiono la loro discografia con demo, full-length, ep e split con numerosi altri black metal act. Il loro stile è inconfondibile e questa traccia ne è l’ennesima prova.
La line-up del combo brasiliano è la seguente :  Warlord – Voce e chitarre; Warwolf – basso; Wargun – batteria.
“ Triumph of Sword “ è puro marciume grezzo in musica. Non c’è spazio per la melodia o per inutili virtuosismi, solo puro, fottutissimo black metal. Nonostante queste caratteristiche nel brano non mancano cambi di tempo, pause e relative ripartenze furiose. Una cavalcata di puro black metal contraddistinta principalmente dallo splendido scream di Warlord,  dai preziosi inserimenti chitarristici e dalla sezione ritmica (basso / batteria) particolarmente in spolvero.
Finita la composizione degli Evil si passa all’ultimo progetto presente nello split, vale a dire gli americani Pantheon.
Il combo americano si forma nel 1993 a Tucson, Arizona e nello stesso anno fa già uscire una Rehearsal cui seguiranno una quantità sterminata di uscite quali Demo, Ep, Split e Full-length.
Si tratta dell’unico progetto dello split a godere di una produzione leggermente più pulita.
La line-up del progetto americano è la seguente : Vortigern – Voce, basso, batteria, chitarre, mandolino, effetti; Vautrin – voce, chitarra, tastiera.
“  Pledge To Our Bannered Legions “ è una traccia molto particolare che mischia egregiamente black metal classico (come struttura musicale ritmica) e splendidi intarsi folkeggianti e particolarmente riusciti di mandolino e tastiera. I risultato finale è una visionaria e onirica composizione nera.
Concludendo ottimo split che ci mostra tre progetti in ottima salute che propongono, attraverso quest’opera discografica, nuovi brani convincenti come sempre.
Ottimo anche dal punto di vista meramente estetico grazie alle splendide toppe che arrochiscono, non di poco, il livello globale del disco.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio Complessivo : 8/10

Tracklist

Bilskirnir
1.Ancient Honour

Evil
2.Triumph of Sword

Pantheon
3.Pledge To Our Bannered Legions

Comments are closed.