sabato, novembre 18, 2017 00:41

Beyond Ye Grave – Total Fucking Decadence (2011)

Nonostante una line-up per metà inedita, i russi Beyond Ye Grave presentano un album piuttosto breve (i 40 minuti sanno sinceramente più da EP che da full-length) ma ricco di contenuti e spunti originali.
Le tracce presentate, a dispetto dei temi poco innovativi, sono infatti molto variate nei ritmi e nell’esecuzione, passando da una lenta strumentale come l’intro “We hope there’s Vodka in Hell” ad un brano più virale ed aggressivo come “Burning Blood”. A dominare in questo caso sono le due chitarre, che si alternano fluidamente lasciando il giusto spazio al possente growl, ben supportato anche da una batteria marziale, anche se non particolarmente elaborata nell’esecuzione. Unica nota dolente è la closing track “The Beast of the depths”, davvero monotona e scontata, in grado di far scadere di colpo almeno una parte del valore di questa pubblicazione. Sembra quasi che il combo russo abbia finito la fantasia e abbia inserito una malfatta cover di black classico a ‘tappare’ il buco rimasto. Peccato.

Recensione a cura di: Akaah

Giudizio Complessivo: 8/10

Tracklist

1. We hope there’s Vodka in Hell
2. Ultimate Holocaust
3. Burning Blood
4. Black scourges of vindictive truths
5. Total Fucking Decadence
6. Legions of Hatred
7. Bacchanalia
8. The Beast of the depths

Comments are closed.