sabato, novembre 18, 2017 19:35

Beherit – At the Devil’s Studio 1990 (2011)

Ecco il ritorno dei finlandesi Beherit con quella che, a tutti gli effetti, sembra essere la riscoperta delle origini; non si ha l’impressione di ascoltare un full lenght, ma un lungo demo di duro e puro Raw Black Metal, in cui brani riscoperti e per lungo tempo dimenticati, sembrano vedere la luce per la prima volta.
Una produzione grezza, sporca a tratti caotica, non si sa se volutamente o no, brutta se vogliamo, ma capace di esprimere al meglio quello che è stato, è e rimarrà nel tempo, la vera anima del Black Metal; i testi blasfemi non vengono cantati, non c’è nulla di umano in quello che possiamo paragonare ad un ruggito che fuoriesce dalla gola di Satana in persona, aggiungiamoci gli accordi pesanti base di un caos sonoro da cui sfuggono raramente delle schegge di melodia, e avremo la conferma di quanto fosse già profondamente nera l’essenza instillata nell’anima stessa della band.
Originale questa corsa a ritroso nel tempo, la dimostrazione di come tutto nella storia come nella vita ricominci e si ripeta, è come leggere un libro al contrario e scoprirne alla fine il titolo.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 7/10

Tracklist

1. Rehearsal
2. Grave Desecration Vengeance
3. At the Devil Churns
4. Nocturnal Evil
5. Whores of Belial
6. Witchcraft
7. The Oath of the Black
8. Days with Sadistic Slayer
9. Demonomancy

Comments are closed.