domenica, novembre 19, 2017 21:32

Baptism – As the Darkness Enters (2012)

Quarto full length per questa one-man band finlandese, che, pur non godendo della notorietà di altre band conterranee, ci presenta un’ottima pagina di Black Metal; non vi è dubbio che Lord Sarcofagian  non è stato parco nel dimostrare la sua più che decennale esperienza nell’ambito del genere, proponendoci un disco in cui abilità compositiva e strumentale vengono espresse al meglio. As the Darkness Enters non esula dai canoni fondamentali del genere, i suoni sono ruvidi e sporchi, ma sovente contaminati da altri puliti e armonici, quello però che si evidenzia immediatamente, è come l’opera, nella quasi totalità, venga supportata da una forma melodica pervasa da un’oscura malinconia e da una perfida malignità. Per quanto i ritmi siano sostenuti, non si arriva mai a raggiungere sonorità estreme, direi che è la parte vocale a dare un’estrema drammaticità ad ogni singolo brano. I diversi cambi di tempo e di atmosfera, rendono questo disco piacevolmente movimentato, assolutamente non noioso, apprezzabile anche nelle sue piccole follie, come le sonorità Thrash utilizzate in Sieluni Temppeli. Un buon disco insomma, senza nessuna pretesa di rivoluzionare il genere, anzi, mantenendo fede a quella tradizione che sicuramente farà felici i fautori del genere.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 8/10

Tracklist

1. Introduction
2. Bringer of Misery
3. Chalice of Death
4. The Prayer
5. Esoteric Spheres
6. Sieluni Temppeli
7. Spell of Penitence
8. Casus in Tenebris

Comments are closed.