sabato, gennaio 20, 2018 19:01

Avulse – I Am The Liquor (2011)

Secondo full lenght per questa one man band statunitense, e il mio primo commento è stato….aiuto!!!! Questo non è Black Metal, ma un sistema efficace per annichilire la mente.
Sporco, distorto, dissonante, claustrofobico, psichedelico e a tratti melodico…basta leggere il titolo per capire le conseguenze e gli effetti : una sbronza paradossale. Una di quelle così forti che tutto quello che si può fare e sentire a livello di sensazioni è riportato fedelmente in questo disco, l’espressione sonora  per descrivere una totale alterazione mentale e , perché no, fisica.
Se in precedenza Avulse aveva una predilezione per un Black Metal a dir poco bestiale, con questo I Am the Liquor sembra voler sconfinare in un Black metal ibridato con il Punk.
Difficile in uno stato cosiddetto normale descrivere i brani singolarmente ma, opinione puramente personale, bastano solo due parole per descrivere la totalità dell’opera : grande….folle….di conseguenza, sarà poco apprezzata dalla massa persa nella banale normalità.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 7/10

Tracklist

1.Maker’s March
2. I Am the Liquor
3. Your Blood, My Bidet
4. Vacant
5. Vagrant
6. Naked in Flame/ Black Heaven
7. No Womb  From Which To Tear
8.  I’ve Lost the Stars
9. Midnight in Bayside/These Streets Lead Nowhere
10. Kiss the Bottle (Jawbreaker Cover)

Comments are closed.