sabato, novembre 18, 2017 13:41

Avichi – The Devil’s Fractal (2011)

Gli statunitensi Avichi, recentemente diventati un solo project del frontman Aamonael, presentano un black metal oppressivo e innovativo rispetto alla precedente pubblicazione (“The Divine Tragedy”, del 2007), pur mantenendone alcuni aspetti negativi, come la notevole mancanza di originalità.
Quest’album infatti vede susseguirsi brani dalla durata molto lunga (tutti oltre i 6 minuti) che al loro interno vedono il dominio della batteria e della voce, distorta ed oscura, senza lasciare lo ‘spazio vitale’ alla chitarra, soffocata e ridotta a minimo accompagnamento dei vocals, con riffing spenti e ripetitivi, salvo riuscire a risollevarsi, solo parzialmente, nelle due lunghe parti di  “The Devil’s Fractal”. Purtroppo, l’ascoltatore non trova sollievo nemmeno nell’analisi dei testi, tutti incentrati su inflazionati temi come il satanismo e le forze oscure. C’è davvero molto da cambiare, prima di poter tornare competitivi sulla scena mondiale.

Recensione a cura di: Akaah

Giudizio complessivo: 5/10

Tracklist

1.Sermon on the Mount
2.Under Satan’s Sun
3.Tabernacle of Perdition
4.Kaivalya of the Black Magician
5.I Am the Adversary
6.The Devil’s Fractal Part I
7.The Devil’s Fractal Part II

Comments are closed.