sabato, novembre 18, 2017 00:35

Astarte – Demonized (2007)

Ne hanno fatta di strada le Astarte, in questi anni. Sarà stato il cambio di nome ma in qualche modo si sono portate più in vista, e non posso che sottolineare il merito di questa fama.
Queste ragazze valgono davvero, e il loro ultimo lavoro è poco convenzionale, lì fra il black metal e il sinfonico.
Notevoli i contributi vocali di Attila Csihar (Mayhem) e Angela Gossow (Arch Enemy), solo per citare i due più famosi, rispettivamente in Lycon e Black At Heart.
Rispetto agli album precedenti (soprattutto quelli con Kinthia) è evidente la voce, ancora più melodica, di Tristessa, mentre la chitarra perde le sue connotazioni black nella maggior parte dei brani. La batteria è un po’ ripetitiva, ma pare che nessuno si preoccupi di nasconderlo. L’armonia del tutto è comunque evidente, e peccato per alcune tracce che trovo veramente inutili, piazzate lì solo per fare numero, e fra cui alcune di quelle abbellite dai più notevoli contributi, soprattutto Lycon e Black Star.
Un album discreto, migliorabile, orecchiabile. Il consiglio principale rimane fare meno servizi fotografici e pensare più alla musica.

Recensione a cura di : Ansuz

Giudizio Complessivo: 7/10

Tracklist

1. Mutter
2. God I Hate them All
3. Lost
4. Whispers of Chaos
5. Demonized
6. Lycon
7. Queen of the Damned
8. Heart of Flames
9. God Among Men
10. Everlast
11. Black at Heart
12. Black Star
13. Princess of the Dawn
14. Everlast II (Phoenix Rising)

Comments are closed.