mercoledě, novembre 22, 2017 20:04

Asbel – For the Incurable Insane (2012)

Il combo colombiano Asbel, produttivo ma non ancora di successo, torna sulle scene con un album, “Conjure The Legions” che, come la band stessa definisce, si può catalogare come depressive black metal, ma con un grande gap a livello di originalità.
Questa release inizia infatti con alcune tracce dai toni vagamente old school, dove i vocals, studiati e opportunamente modulati, la fanno da padrone, cosa che non ha da stupire l’ascoltatore, visto che all’interno di questa produzione il braccio e la mente sono rappresentati proprio dal frontman e vocalist, l’omonimo Asbel. Questo aspetto poteva rappresentare una punta di diamante per il progetto sudamericano, che invece lo sminuisce, visto che le tracce vengono interpretate tutte sugli stessi toni dello scream in stile norvegese, appesantendo le tracce e coprendo molto lo strumentale. Da quest’ultimo punto di vista, questo full-length si attesta come discreto, anche se i ritmi lenti e l’overdose vocalica non permettono, in particolare alla batteria, di occupare un ruolo diverso da quello del mero accompagnamento.

Recensione a cura di: Akaah

Giudizio complessivo: 6,5/10

Tracklist

1. For the Incurable Insane
2. Last Day Here
3. S.A.D.
4. Transmutation and Departure Of…
5. Lacerations and a Futile Smile
6. Dysthymic and Repressed
7. A Dose for Insanity

Comments are closed.