lunedž, luglio 23, 2018 07:37

Arditi – Leading the Iron Resistance (2011)

Un nome, un programma….Arditi….non c’√® dubbio alcuno, una vera e propria chiamata alle armi per questi svedesi filomilitaristi e dalle ideologie fin troppo riconoscibili. Non avendo mai ascoltato nulla di questa band precedentemente, mi sono trovata decisamente spiazzata nell’ascoltare questo genere musicale, a me quasi praticamente sconosciuto, un mix di Industrial, Ambient, Neo Classical e perch√© no, Symphonic, il tutto concentrato in uno stile che esalterebbe qualsiasi esercito sulla faccia del globo; quello che ascoltiamo qui, sono solenni marce militari studiate per ogni genere di evento : guerra, parata o trionfo. Eppure….non chiedetemi il perch√©…..questo disco mi piace. Lasciando perdere l’ideologia pi√Ļ o meno condivisibile, tralasciando che questo genere sia molto elitario, forse trovo plausibile come spiegazione, il fatto che io, oltre al Black Metal, ho una particolare predilezione per Wagner, ecco perch√© questo disco non √® alla portata di tutti…richiede degli approfondimenti che non tutti hanno avuto il privilegio o la voglia¬† di cercare; le tematiche, le sonorit√†, le atmosfere tutto fa parte di un passato, a volte perso nei secoli, a volte non troppo distante da noi, difficile da comprendere¬† ma che sicuramente √® legato al nostro oggi e al nostro domani, dove i valori erano e saranno gli stessi, anche se non per tutti.
Solenne, indubbiamente marziale, imponente ed epico, destinato a pochi ma non per questo da sottovalutare.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 7,5/10

Tracklist

1. Leading the Iron Resistance
2. False Mask of Freedom
3. Volunteers
4. Military Virtue
5. Fahnen Ewigkeit
6. Arming for War
7. Forging a New Man
8. We the Unity, You the Mass
9. A Giant Bleeds

Comments are closed.