martedì, novembre 21, 2017 09:54

Arckanum – Sviga Lae (2010)

La one-man band dello svedese Shamaatae torna sulle scene con l’ennesimo capolavoro, intitolato “Sviga Lae”, distanziandosi parzialmente dalle vecchie releases come “Kampen” per proporre un black metal studiato ma più rapido e incisivo.
Già delle prime battute si comprende infatti come il progetto abbia preferito optare per canzoni più ‘brevi’ (al di sotto dei 5 minuti) ma dal ritmo più aggressivo ed energico, eliminando i passaggi melodici maggiormente presenti nelle passate produzioni. Nonostante questo cambio di rotta, il progetto Arckanum rimane a livelli tecnici molto alti: i brani sono nella loro totalità spietati e oscuri, mantenendo per l’intera durata dell’album una fluidità non trascurabile. La voce del frontman, tormentata e angosciante come da copione, aggiunge un tocco di classe in più ad una release eccellente, anche se sono da segnalare passaggi strumentali (soprattutto riffing di chitarra) troppo simili tra loro per essere frutto di un artista del calibro dello svedese.
La vera perla dell’album è tuttavia la lenta outro strumentale “Røk”, capace di trasportare l’ascoltatore in un mondo di sogni lontano dalla realtà, malinconica e immaginaria allo stesso tempo. Una traccia che davvero si vorrebbe non finisse mai. L’arte di Shamaatae non muore mai.

Recensione a cura di: Akaah

Giudizio complessivo: 9/10

Tracklist

1 Læ Elr
2 Gylðir Algørir
3 In Følva Felr
4 Goðin Eru Blekkt
5 Gramr Girnisk
6 Andskoti Ferr Austan
7 Múspellzheimr Kemr
8 Røk

Comments are closed.