mercoled, novembre 22, 2017 20:04

Arckanum / Sataros Grief (Split, 2008)

Split tra due progetti del florido panorama black metal svedese prodotto da lut Eisen e Carnal.
Questo bel sette pollici apribile (gatefold) è disponibile in due versioni, la prima standard è limitata a 600 copie mentre la seconda, in picture disc, è limitata a 300 copie.
Da una parte il famoso Shamaatae (al secolo Johan Lahger) che si occupa di tutti gli strumenti e della voce: attivo fin dal 1993 con il suo solidissimo progetto Arckanum. Dall’altra parte un progetto quantomai particolare: parlo di Sataros Grief one man band formata dall’ex cantate degli Arckanum, chiamato, appunto, come il progetto :  Sataros.
Questo split rappresenta il primo lavoro per quest’ultimo progetto black metal.
In questo 45 giri c’è una canzone per lato e per progetto.
Si parte con Arckanum e la sua “ Haderlik “ che in soli due minuti e poco più ci fa capire la vera essenza del progetto svedese. Splendide le parti vocali con un ispiratissimo scream. Meravigliosi i riff portanti. Ottima la produzione, particolarmente sporca e, votata al suono più rozzo e oscuro possibile. Eccelsi i giri di basso. Composizione granitica e potente che vale da sola l’intero split. L’unica nota dolente è la durata : composizione ispirata ma troppo corta.
“  Älska Min Död “ è la traccia che fa parte del lato B riservato a  Sataros Grief. Anche in questo caso la produzione è veramente raw ma forse un po’ meno oscura rispetto ad Arckanum. La voce di Sataros  risulta straziante, agghiacciante e gelida come la morte. Ottimo il riff portante e gli inserti chitarristici che qua e là si fanno largo durante il brano. Anche in questo brano il ritmo è sostenuto ma meno rispetto al lato dedicato ad Arckanum. Brano un pochino più lungo rispetto al precedente e, tutto sommato, convincente.
Uno split decisamente ben fatto dal punto di vista grafico e anche dal punto di vista compositivo.
Forse solo un po’ troppo breve, soprattutto il pezzo di Arckanum, ovviamente il migliore tra i due.
Notevole comunque anche  Sataros Grief che non vedo l’ora di riascoltare in un full-lenght o in un Ep un po’ più lungo e con più brani a disposizione.
Nonostante la durata pressoché nulla (solamente 5 minuti in tutto) questo Ep merita principalmente per la notevole copertina e per il valore intrinseco di queste due tracce.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio Complessivo: 7,5/10

Tracklist

Arckanum
1.Haderlik

Sataros Grief
2.Älska Min Död

Comments are closed.