lunedž, novembre 20, 2017 05:30

Arckanum- Fenris Kindir (2013)

In un ventennio di onorata carriera, il progetto svedese Arckanum ha sempre mantenuto uno stile molto oscuro e caotico nell’esporre musicalmente la propria filosofia di pensiero, anche questo ottavo full lenght, non si discosta molto dalla via intrapresa alle origini. Fenris Kindir si presenta come un album carico di atmosfere profondamente nere, a tratti misteriose e infestate da presenze malevole; molto spesso le stesse evolvono in un marasma di note dissonanti, pi√Ļ rumori che musica, come a dare un senso di caos primordiale da cui conseguono sonorit√† fredde, drammatiche ed esasperanti al limite dell’ipnotico. Non vi √® molto spazio per la melodia in questo disco, e la poca riscontrabile viene distorta a tal punto da essere percepita come qualcosa di malsano, l’uso di un violino dal suono disarmonico, riesce a infondere quasi un senso di paura. Un album decisamente e volutamente non innovativo, in cui i duri e puri avranno la soddisfazione di ritrovare un pezzo di arcana oscurit√† a portata di mano e dove poter vivere circa 41 minuti di profondo disagio e malessere che, per un amante del genere ha un solo significato : obiettivo centrato.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 7,5/10

Tracklist

1. Fenris Kindir Gr√ļa
2. Tungls Tj√ļgari
3. Dólgrinn
4. Hatarnir
5. Hamrami
6. Fenris Gangr
7. Varg√łld
8. Angrbo√įa
9. √öskepna
10. Spell
11. S√≥lb√łls Sigr

Comments are closed.