marted, novembre 21, 2017 09:50

Arcanum Inferi – V.I.T.R.I.O.L. (Demo, 2010)

Prima release discografica per il gruppo nostrano Arcanum Inferi, realizzata in 50 copie numerate a mano.
Il combo nasce a metà del 2009 e ci propongono, in questa prima uscita discografica, un black metal tirato, aggressivo, ma senza mai dimenticare l’importanza melodica che è il vero fulcro attorno al quale ruotano le varie composizioni del lotto.
Le tematiche liriche sono molto interessanti, si tratta di testi particolarmente profondi basati sulla conoscenza alchemico-medievale, come rivela anche il titolo.
“Vitriol” infatti è l’acronimo di uno dei più celebri motti dell’Alchimia rinascimentale, “Visita Interiora Terrae Rectificando Invenies Occultam Lapidem”: che significa “Penetra nelle viscere della Terra e purificandoti troverai la pietra nascosta”, una metafora che rappresenta il cammino dell’uomo all’interno del proprio Io, per giungere infine a trovare la Verità filosofica.
Questa la formazione : Baram – Voce; Maagher Kxeratum – Chitarra; Sethyel – Basso; Frozen – Batteria.
“ Caput Mortuum “ ritmo trascinante, composizione che inizia nel migliore dei modi con batteria, basso e chitarra perfettamente coesi in una struttura ritmico-compositiva eccellente. Splendida la produzione primitiva, grezza ma che non fa perdere neanche il più piccolo dettaglio all’ascoltatore. Personali e molto interessanti le scream vocals. Eccellente il lavoro del quartetto nostrano che ci regala una traccia vincente dall’inizio alla fine. Composizione che va ascoltata varie volte per poter godere appieno delle varie sfumature che la compongono.
“ Obscura Nox Ad Inferos “ meraviglioso giro chitarristico realizzato da Maagher Kxeratum , impregnato di atmosfera horrorifica e opprimente; a completare l’opera la voce di  Baram e la sezione ritmica (assolutamente perfetta) formata da  Sethyel e  Frozen : rispettivamente basso e batteria. Superata questa parte introduttiva la composizione esplode in un black metal grezzo, primitivo ma al contempo melodico e raffinato. La melodia è , come dicevo ad inizio recensione, il fulcro centrale di ogni composizione presente in questo demo. Splendido il risultato finale.
“ V.i.t.r.i.o.l. “ la title-track è l’ultima traccia del demo.  Visita Interiora Terrae Rectificando Invenies Occultam Lapidem, come dicevo ad inizio recensione significa appunto penetrare nelle viscere della terra per trovare la verità; e mai come in questo caso tale assioma ha un senso compiuto di notevole bellezza. Costruzione ritmico-compositiva eccellente, scream vocals perfette, produzione che aggiunge quel quid in più necessario per rendere il pezzo un autentico capolavoro nero. Che dire poi del resto? Profondamente incentrato sull’alchimia medievale, rivela un attento studio dei vari membri del combo. Meravigliosa la sezione ritmica rappresentata da basso e (soprattutto) l’enorme lavoro dietro la batteria da parte di Frozen.
Un ottima opera prima, sperando al più presto di poter ascoltare il primo full-length (che dovrebbe uscire nel 2011) non mi resta altro che consigliare a tutti i sostenitori della nera fiamma questo progetto nostrano.
Commento a parte meritano i testi, ricercati, di gran classe e particolarmente legati, come ho detto anche in apertura di recensione, all’alchimia medievale.
Avanti così.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio complessivo : 8/10

Tracklist

1.Caput Mortuum
2.Obscura Nox Ad Inferos
3.V.i.t.r.i.o.l.

Comments are closed.