martedž, maggio 23, 2017 12:44

Apostolum – Winds of Disillusion (2014)

A distanza di 8 anni dal loro vero e proprio esordio con l’Ep Anedonia, ritornano sulla scena musicale gli Apostolum, con il loro primo, e per ora unico, full lenght Winds of Disillusion, intraprendendo un cammino sulle vie del Doom/Black Metal con sfumature Depressive e dall’indirizzo prevalentemente Atmospheric. Non sperate di trovare parti esasperate in quest’album, solo tanto Romanticismo decadente, malinconia e tristezza, smorzate da uno scream/growl quasi inespressivo come a distaccare l’anima dal corpo. Se qualche difetto lo si pu√≤ riscontrare, l’eccessiva lunghezza di alcune delle 6 tracce contenute nell’album per esempio, per quanto piacevoli all’ascolto, a lungo andare ci si perde un po’, possiamo dire comunque che la band presenta una buona capacit√† d’insieme e, non¬† dimentichiamoci, hanno dalla loro parte il fatto che sia ‚Äúquasi‚ÄĚ un’opera prima, in cui le basi e uno stile su cui lavorare sono stati creati, diamo quindi il tempo di elaborare e sviluppare progetti che confermino una loro autorit√† nel campo del Metal estremo.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 7/10

Tracklist

1. Intro (Light Into the Void)
2. Unworthiness and Decay
3. Higher Planes of Existence
4. Debris of Perception
5. Less Than a Step
6. Gleam of Lucidity

Comments are closed.