sabato, novembre 18, 2017 13:43

Apocalypse Command – Damnation Scythes of Invincible Abomination (2011)

Full length d’esordio per questa band statunitense, dalla Florida per l’esattezza, di evidente matrice Black/Death, quindi, se siete alla ricerca di raffinate melodie, decisamente questo non è un disco adatto a voi, non ne troverete la minima traccia qui. 8 brani per una durata complessiva di 42 minuti e mezzo, in cui solo quel minuto e 12 secondi di ingannevole Ambient, all’inizio di Mayhemic Overkill, potrebbe dare l’illusione di trovarsi alla presenza di un album tanto caro ai cultori dei misteri di Madre Natura, ma vi assicuro che non è così; è da quel minuto e 13 secondi successivi che esplodono i ritmi pesanti del Death e i temi blasfemi e irriverenti del Black.
Per quanto non si riscontrino molte variazioni tra un brano e l’altro, tutti più o meno mantengono velocità sostenute, si arriva al termine con la sensazione di essere stati sbatacchiati, capovolti, avvitati e lasciati andare in caduta libera verso un Inferno di suoni ed emozioni che hanno poco di umano o comunque di terreno, un po’ come andare per un’ora di fila senza interruzioni sulle montagne russe, ed alla fine ritornare con i piedi per terra, barcollanti ma resi consapevoli di come ogni atomo di noi stessi e dell’intero Universo, siano carichi di un’energia contemporaneamente oppressiva e liberatoria, in ogni caso malevola e infernale.
Buon esordio per questa band, in quanto all’album, sembra fatto apposta per chi vede la musica come un’arma stritola-ossa usata appositamente per lo sterminio di massa.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 7,5/10

Tracklist

1. Mayhemic Overkill
2. Onslaught of Invincible Evil
3. Lust, Vengeance, Death
4. Temple of Apostasy
5. Empress of Butchery
6. Evil Necromancy
7. Blasphemy in Darkness
8. Into Atomic Hell

Comments are closed.