sabato, gennaio 20, 2018 18:59

Anorexia Nervosa – Redemption Process (2004)

E’ il quarto lavoro di questa band d’oltralpe spesso e ingiustamente accusata di scimmiottare gruppi come i Dimmu Borgir e i Cradle of Filth e di conseguenza evitati dagli amanti del Black più puro. Penso che con Redemption Process tutto questo debba essere rimesso in discussione. Innanzitutto,con questo loro lavoro gli Anorexia Nervosa hanno dimostrato di essere un gruppo a sé stante con idee proprie e ben precise e con un posto di tutto rispetto all’interno del genere Symphonic Black .
Ci sono momenti in cui i violenti suoni delle chitarre si amalgamano con la classicità delle tastiere donando a chi ascolta attimi metafisici di poesia per non parlare della coralità creata da Mr.Xort che riesce a fuoriuscire dalle sonorità black fino a sfiorare toni operistici.
Provate ad ascoltare brani come la coinvolgente Antinferno o la tenebrosa An Amen e potreste dimenticarvi che state ascoltando SBM francese,qui la Norvegia non c’entra.
Un ottimo disco,ben fatto,ben eseguito e decisamente curato fin nei minimi particolari.
Merita.

Recensione a cura di: Blackraven

Giudizio complessivo: 8/10

Tracklist

1.The Shining
2.Antinferno
3.Sister September
4.Worship Manifesto
5.Codex-Veritas
6.An Amen
7.The Sacrament

Comments are closed.