lunedž, novembre 20, 2017 16:56

Anorexia Nervosa – Redemption Process (2004)

E’ il quarto lavoro di questa band d’oltralpe spesso e ingiustamente accusata di scimmiottare gruppi come i Dimmu Borgir e i Cradle of Filth e di conseguenza evitati dagli amanti del Black pi√Ļ puro. Penso che con Redemption Process tutto questo debba essere rimesso in discussione. Innanzitutto,con questo loro lavoro gli Anorexia Nervosa hanno dimostrato di essere un gruppo a s√© stante con idee proprie e ben precise e con un posto di tutto rispetto all’interno del genere Symphonic Black .
Ci sono momenti in cui i violenti suoni delle chitarre si amalgamano con la classicità delle tastiere donando a chi ascolta attimi metafisici di poesia per non parlare della coralità creata da Mr.Xort che riesce a fuoriuscire dalle sonorità black fino a sfiorare toni operistici.
Provate ad ascoltare brani come la coinvolgente Antinferno o la tenebrosa An Amen e potreste dimenticarvi che state ascoltando SBM francese,qui la Norvegia non c’entra.
Un ottimo disco,ben fatto,ben eseguito e decisamente curato fin nei minimi particolari.
Merita.

Recensione a cura di: Blackraven

Giudizio complessivo: 8/10

Tracklist

1.The Shining
2.Antinferno
3.Sister September
4.Worship Manifesto
5.Codex-Veritas
6.An Amen
7.The Sacrament

Comments are closed.