sabato, novembre 18, 2017 00:35

Ancient – Proxima Centauri (2001)

Il disco della ripresa.
Su questo non credo ci siano dubbi, se con il precedente The Halls Of Eternità gli Ancient avevano toppato clamorosamente il colpo è giunta l’ora di rifarsi. Proxima Centauri si caratterizza per un lieve cambio di stile che ha rinvigorito il tutto, poiché affianco alle solite strutture tipicamente Black Metal sono stati inseriti innesti che si rifanno al Thrash/Death Metal in sede ritmica che non fanno altro che donare dinamismo.
Per non parlare poi di alcuni arrangiamenti di tastiera oscuri e criptici che ben si amalgamano a tutto il resto, date un ascolto a In The Abyss Of The Cursed Souls e Incarnating The Malignant Deity e ne ricaverete un’idea più che soddisfacente.
Rispetto all’immediato passato quello che sicuramente risulta curato con parsimonia è una produzione finalmente azzeccata, viene lasciato un momento da parte quel ronzio tipico di un certo Black Metal Norvegese per dare maggiore spazio all’impatto del suono cristallino, comunque sia sempre pieno di rabbia e odio.
Effettivamente questo Proxima Centauri giunge al momento giusto, proprio quando le capacità degli Ancient cominciarono ad essere messe in dubbio dai più, a torto per fortuna.
Ben tornati.

Recensione a cura di: BurdeN

Giudizio Complessivo: 7,5/10

Tracklist

1.A Lurking Threat
2.Proxima Centauri
3.The Ancient Horadrim
4.In The Abyss Of The Cursed Souls
5.The Witch
6.Apophis
7.Satan’s Children
8.Beyond The Realms Of Insanity
9.Audrina, My Sweet
10.On Blackest Wings
11.Eyes Of The Dead
12.Incarnating The Malignant Deity

Comments are closed.