mercoledž, novembre 22, 2017 20:08

Anatomia / Burial Invocation – Decomposing Serenades (Split, 2011)

Split edito dall’etichetta discografica statunitense Dark Descent Records, realizzato in vinile sette pollici di cui le prime 100 copie in vinile nero/marrone e le rimanenti 400 esemplari in vinile nero.
Il disco vede la partecipazioni di due death metal act act particolarmente importanti a livello underground.
Da una parte troviamo i giapponesi Anatomia; gruppo che si forma nel 2002 e ha all’attivo due demo, svariati Split, un Ep e un Album, uscito nel 2005, intitolato “Dissected Humanity”.
Il loro stile musicale √® una particolare miscela di doom e death metal; dal punto di vista lirico il combo giapponese spinge molto sul genere “gore”, cannibalismo e corpi morti. Insomma, tutte le tematiche classiche del genere.
Questa la formazione : Jun Tonosaki Рbasso, voce; Takashi Tanaka Рbatteria, voce; Yoshio Hasegawa  Рchitarra, voce.
‚Äú Drawn Into the Abyss ‚Äú riff portante di chiara ispirazione doom, pesante come un macigno e che si incastra perfettamente nella struttura sonora man mano che la composizione evolve nel suo doom venato di black e death metal. Ottima la costruzione sonora del combo giapponese, ottime le vocals in growl. Durante il lento scorrere della traccia non mancano variazioni stilistiche compositive che alimentano la longevit√† dell’opera senza snaturare la vera anima del pezzo. Risultato finale molto buono che mette in evidenza, con una sola composizione, le numerosi doti degli Anatomia
Finito il lato riservato ai giapponesi Anatomia è la volta del progetto turco Burial Invocation.
Il combo si forma nel 2008 ad Ankara e ha all’attivo due release. La prima nel 2010, l’Ep “Rituals of the Grotesque” e nel 2011 lo split che sto recensendo in compagnia dei giapponesi Anatomia.
Le tematiche liriche ricorrenti per il combo turco sono l’horror, l’occulto, la morte; dal punto di vista musicale invece propongono un death metal di stampo old-school con qualche contaminazione doom.
Questa la line-up : Cihan – chitarre; Mustafa – voce; Aberrant – batteria; Aras – basso; Mert – chitarre.
‚Äú Obliterated In An Ignominious ‚Äú la composizione che chiude lo split √® raggelante, maligna e particolarmente dissonante. Lo stile musicale √® un death metal contaminato col doom pi√Ļ nero e funereo. Dopo pochi secondi introduttivi parte la furia distruttiva di¬† Aberrant dietro il drumkit e gli altri del combo lo seguono a ruota, il brano in poco tempo diventa una vera e propria cavalcata di puro death metal.
Split che mette in evidenza pregi e difetti dei due progetti e che sicuramente farà la gioia degli appassionati di marciume sonoro estremo.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio complessivo : 7/10

Tracklist

1. Anatomia – Drawn Into the Abyss
2. Burial Invocation – Obliterated In An Ignominious

Comments are closed.