martedě, novembre 21, 2017 09:44

Altars – Das Vertewaltigte (Demo, 2007)

L’oscurità e i macabri intarsi della notte arrivano direttamente dagli Stati Uniti d’America, gli Altars atraverso la loro proposta di noise-black metal procurano un brivido che trapassa la colonna vertebrale fino ad arrivare all’impulso celebrale di una mente depravata e maniacale che prova piacere nel dolore e nel sadismo
“Das Vergewaltigte” parte con rumori assordanti e urla in scream e da la netta sensazione di essere in un manicomio e allo stesso tempo si ha la visione indefinibile del proprio io distorto e racchiuso in una gabbia che viene forgiata attraverso una chitarra elettrica, una voce sofferente e una batteria quasi inesistente. Lenta ossessiva e fottutamente claustrofobica, da notare l’assurdo rumore della chitarra elettrica prodotto alla fine della composizione.
“Hass ist Reinheit” inizia con una veloce melodia sporca mixata alla potenza del Noise e il titolo già è pura propaganda : traducendo in italiano il tutto, infatti, otterremo “Odio è purezza”, inutile insistere nella bravura nell’esprimere questo concetto con rumori simili a delle bombe che esplodono, a comunicare lo stato d’animo attraverso suoni impossibili  e una chitarra che va a braccetto con il fracasso, è difficile che una canzone del genere passa inosservata ma del resto, quale potrebbe essere la rappresentazione dell’odio se non questa track?
L’importanza in questo demo è il valore delle note associate allo scream.
Consiglio a tutti i lettori che vogliono avventurarsi in questa particolarissima tipologia di black metal di ascoltare prima gli Abruptum e poi spingervi verso il Black Noise allo stato puro, solo così potrete apprezzare la magnificenza “musicale” degli Altars.

Recensione a cura di: Rea Silvia Faunus

Giudizio Complessivo: 7,5/10

Tracklist

1.Das Vergewaltigte
2.Hass ist Reinhheit

Comments are closed.