lunedž, novembre 20, 2017 05:44

Alghazant – The Polarity Axiom (2004)

Gli Alghazant hanno rilasciato nel corso del 2008 un bel disco di puro e incontaminato Black Metal intitolato Wreath Of Thevetat, però per capire come questa band Finlandese si sia evoluta nel tempo per raggiungere certi livelli qualitativi è giusto guardare anche al suo passato.
Questo album intitolato The Polarity Axiom è uscito nel 2004, ma tuttavia si fa ascoltare per una freschezza non da poco.
Ovviamente lo stile √® tipicamente incline al pi√Ļ tipico Black Metal made in Finland, ossia violento quanto basta ma anche pregno di quella sottile melodia spesso malinconica che lo rende cupo e ‚Äúarmonioso‚ÄĚ.
The Polarity Axiom sfiora appena i quaranta minuti di musica, di conseguenza √® facile intuire che la band abbia dato risalto maggiormente all‚Äôaspetto pi√Ļ crudo del loro Black Metal.
Poco male, perché brani come Soulquake, Chaos Attributes e Blood Beguiles Phantoms hanno dalla loro una potenza che copre tutto.
Anche la produzione è decisamente calzante per questo tipo di sonorità, e fa degli Alghazant una band dal profilo underground, ma dai numeri validi per lasciare un segno nel panorama estremo Europeo.

Recensione a cura di: BurdeN

Giudizio Complessivo: 7/10

Tracklist

1.Soulquake
2.The Herald For Reason
3.Chaos Attributes
4.Blood Beguiles Phantoms
5.Drakomorphos
6.8th Sphere
7.With Black Aureoles
8.Forsaking The Yoke

Comments are closed.