lunedž, novembre 20, 2017 13:26

Al Lat – Arabian Myths (Ep, 2011)

Ep edito dalla Set Productions.
Questo progetto canadese √® un caso pi√Ļ unico che raro.
Infatti il combo utilizza un nome e degli intenti lirici presi in prestito direttamente dalla cultura araba.
Il tutto senza risultare ridondante o ridicolo il che non è poco, credetemi.
Ma procediamo con ordine.
Il gruppo si forma nel 2010 è alla sua prima release discografica e questa è la formazione :
Azmo Lozmodial – Voce, batteria programmata, basso; Dylan Matheson – chitarre; Deadcell – tastiera, songwriting; Dirt – basso; Haroon Al-masri – strumenti orientali tipici come aud, anuun, Darbuka e altri.
Al Lat √® stata una dei grandi idoli adorati dalle trib√Ļ che risiedono nella Penisola Arabica, √® nota nella mitologia araba come l’Antica Dea della Luna.
Lo stile musicale proposto è un black metal sinfonico molto strutturato e complesso.
Dal punto di vista lirico le tematiche predilette dal combo sono : la mitologia araba e la storia del Medio Oriente.
Nel demo tutte le musiche e le composizioni sono state create da Deadcell, ad accezione della lirica della quarta traccia realizzata da Azmo Lozmodial. Quest’ultimo √® anche l’autore dell’artwork del disco Decisamente di impatto e molto ben realizzato.
‚Äú Isaf and Na’ilah ‚Äú dopo un’introduzione sinfonica e evocativa di pochi secondi, parte la composizione vera e propria, sorretta da un ottimo lavoro globale. Sapienti gli intrecci strmentali del combo canadese, cos√¨ come¬† la voce in scream di Azmo Lozmodial. La struttura del brano √® costruita in modo impeccabile dalla tastiera di Deadcell.
‚Äú The Wrath Of Al-Auzza ‚Äú come dicevo nell’introduzione di questa recensione, quello che colpisce maggiormente del combo canadese, √® la straordinaria capacit√† di realizzare con pregevole tecnica strumentale e atmosfere orientali un black metal sinfonico davvero peculiare. Splendida la tessitura compositiva eretta dal combo, ottime le scream vocals, tutto √® eseguito alla grande ed il risultato finale √® vincente.
‚Äú The Heathen Verses ‚Äú struttura ritmica leggera che funge da struttura per il rituale lirico. Meno di due minuti e mezzo di puro black metal d’avanguardia.
‚Äú The Resurrection Of Zagut ‚Äú con l’ultima traccia del lotto si ritorna al black metal sinfonico che si era ascoltato nella prima e nella seconda composizione. Torna la musica vera supportata alla grande con scream vocals possenti e feroci. Durante lo scorrere del brano non mancano innumerevoli cambi di ritmo e tempo che donano al tutto maggiore longevit√†.
Un primo capitolo veramente ottimo.
Spero vivamente di sentir parlare presto di questo talentuoso combo canadese.
Per ora non mi resta che consigliare l’ascolto del disco a tutti gli amanti del black metal sinfonico.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio complessivo : 8/10

Tracklist

1.Isaf and Na’ilah
2.The Wrath Of Al-Auzza
3.The Heathen Verses
4.The Resurrection Of Zagut

Comments are closed.