sabato, novembre 18, 2017 09:57

Al-Azazhil – Jelaian Cruelty (Ep, 2010)

Gli Al-Azazhil sono un gruppo che viene dalla Malesia, dediti ad un black metal classico la loro carriera inizia nel 2005 con la realizzazione del primo Demo, seguiranno vari demo e split.
Questo Ep, prodotto dalla Salute Records, è un’edizione europea dell’ultimo demo del combo denominato Jelaian Cruelty e datato 2008; limitato a soli 50 esemplari al Mondo.
Questa la line-up del gruppo : Syaf Azazhil – chitarra; Dharakhdhara – batteria; Moonlaknat – basso; Ibblisiah – chitarra; The Deathness – voce.
“ Jelaian Cruelty “ la title-track dell’Ep è tinta di nero pece e possiamo capire,  fin dai primi secondi, le intenzioni del combo malesiano. Splendida la tessitura strumentale, potente, tirata ma senza mai risultare eccessiva. Splendido il drumming di  Dharakhdhara, ottima prova ritmica assieme al bassista  Moonlaknat e alla voce  The Deathness autore di uno scream vocals veramente efficace. Splendida anche la prova dei due chitarristi  Syaf Azazhil e Ibblisiah. Morte, satanismo e oscurità sono tra le tematiche primarie dei testi del gruppo e anche in questo caso vengono toccate con estrema dedizione. Durante lo scorrere del brano non mancano cambi di tempo e ritmo anche se la struttura base del pezzo rimane praticamente la stessa durante tutto lo scorrere del tempo. Anche nelle parti più lente, nei rallentamenti, è impossibile non notare lo strapotere tecnico del batterista, veramente eccellente il suo drumming. Secco, preciso e potente. La resa sonora molto grezza alimenta il marciume sonoro proposto dal combo malesiano.
“ Sacred evilness “ naturale evoluzione della prima traccia. Ritmo forsennato guidato da un drumming incessante; sezione ritmica a dir poco notevole, splendida la tessitura strumentale così come le scream vocals la produzione grezza fa il resto alimentando il marciume compositivo del combo malesiano. Nella composizione troviamo diversi cambi di tempo e ritmo che spezzano la tensione per poi racchiuderla nelle ripartenze assassine. Splendida traccia che mette in risalto le notevoli qualità tecnico-compositive degli Al-Azazhil.
Ep corto (soli due brani) ma realizzato in maniera ottima.
La grezza produzione (molto raw) rafforza la proposta musicale primitiva del quintetto asiatico.
La qualità c’è e si sente chiaramente in questi due brani proposti dal combo malesiano. Spero al più presto in un nuovo lavoro, magari un full, e che qualche etichetta (magari la stessa Salute Records) produca un nuovo lavoro.
Onore come sempre alla Salute Records e a Satanic Tony che cerca di dare luce ai moltissimi progetti underground del sottobosco nero mondiale.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio Complessivo : 7/10

Tracklist

1. Jelaian Cruelty
2. Sacred evilness

Comments are closed.