sabato, novembre 18, 2017 13:34

Akitsa – Satanic Warmaster (Split, 2004)

Splendido split in 7” Vinile, pregiato e di grande livello, visti soprattutto i due nomi, tra i più importanti nomi del black metal : ovvero gli Akitsa, grande band proveniente nientepopodimeno che del Canada, e i Satanic Warmaster : one-man band straordinaria proveniente dalla Finlandia.
Entriamo nel vivo del vinile in questione.
iniziamo con il lato degli Akitsa :
“ L’hyperborée Ressuscitée  “ è la prima song del lotto, una ottima intro alla seconda traccia, che sarà il pezzo portante di questo lato, un ottimo tappeto sonoro dove si stagliano due chitarre che si intrecciano in accordi morbidi e calmi.
“  Vengeance Viendra “ è invece la song vera e propria. Grande lavoro di riffing con una batteria che è quasi coperta, molto in secondo piano, ottimo invece lo scream battagliero. Produzione veramente marcissima. Molto buona come traccia, prevalentemente parliamo di black metal raw, molto raw con concessione pari allo zero per la melodia o qualunque cosa ci somigli, il che non è un male, anzi, però proprio per queste caratteristiche non può piacere a tutti. Un’ottima prova per il combo canadese.
Ora analizziamo il lato dei Satanic Warmaster.
“  March Of The Legion Werwolf “ la produzione si sente subito che è molto raw, come per gli Akitsa , ma un pelino meglio. Ottimi i riff : freddi, glaciali. Poi arriva il cantato, tipico scream marcescente e ricco di pathos. Particolarmente efficaci anche le partiture di batteria così come i riff di chitarra e di basso. Grandissimo lavoro di Nazgul sempre perfetto nel ricreare il suo sound, molto riconoscibile ma allo stesso tempo “classico”.
“ Six Million Tears  “ canzone che parte con un grande riff portante ed ossessivo, poi c’è la batteria e il basso che gira attorno alla chitarra per potenziare il sound. Composizione che si amerà soprattutto se si capisce affondo il senso principale del black metal più raw.
“  Taistelukenttien Kärsimykset “ è l’outro del vinile, con le urla di Nazgul a emulare degli animali feroci, dura solo pochissimi secondi ed è tutta così, molto suggestiva per altro (non prendetemi per matto è veramente suggestiva : ascoltare per credere).
Il lato dedicato al progetto Satanic Warmaster è strepitoso.
Parliamo sempre di black metal, dicevo, molto grezzo, pero’ le differenze si notano, se gli Akitsa avevano fatto bene, Nazgul con il suo progetto Satanic Warmaster ha sicuramente fatto molto meglio.
Ep di 11 minuti e spiccioli di puro marciume primordiale

Recensione a cura di: Darkthrone85

Giudizio complessivo: 7,5/10

Tracklist

Akitsa

1.L’hyperborée Ressuscitée
2.Vengeance Viendra

Satanic Warmaster

3.March Of The Legion Werwolf
4.Six Million Tears
5.Taistelukenttien Kärsimykset

Comments are closed.