lunedž, novembre 20, 2017 16:57

Akitsa – La Grande Infamie (2006)

Akitsa atto terzo, forse il migliore.
Questo sigillo freddo e distante che risponde al nome di La Grande Infamie √® forse il miglior disco di questo progetto Franco/Canadese. Per il mio modesto parere va preso come un progetto dai tono riassuntivi, un diario stilistico che prende in esame tutte le pubblicazioni passate, per rivisitarle in modo pi√Ļ analitico, mi verrebbe quasi da dire che portano tutto all‚Äôesasperazione, ma forse √® meglio dire ad un livello definitivo.
La curiosità però maggiore per quanto mi riguarda risiede nel parsimonioso uso della lingua Francese, una lingua che generalmente conosciuta per la sua timbrica e per il suo tono delicato e raffinato, ma se portato ad un livello così estremo diventa un perfetto quanto affascinante veicolo di odio.
Sentimento che si riversa bene nelle varie Magie Et Vérités, Cultes Vertueur e ci metto anche la suite conclusiva (perché di questo si tratta) che dura la bellezza di 21 minuti. Un lungo cammino fra gelidi e spettrali paesaggi, quasi ipnotica e psichedelica per certi versi.
Akitsa si conferma unico veicolo di traino per tutto il mondo del Black Metal Nord-Americano, sfido chiunque a sostenere il contrario.

Recensione a cura di: BurdeN

Giudizio complessivo: 8/10

Tracklist

1.Le Rite Des Cavernes
2.Magie Et Vérités
3.Silence
4.Cultes Vertueur
5.Chthonos
6.Origine Mythique
7.La Grande Infamie
8.Foret Disparue

Comments are closed.