domenica, novembre 19, 2017 21:28

Agonia Blackvomit – Rites Of Unholy Seed (Demo, 2010)

Primo demo per questo nuovo progetto proveniente dal sottobosco nero romano.
Trattasi degli Agonis Blackvomit.
Il progetto rilascia sul finire del 2010 questo primo demo prodotto dalla storica etichetta underground Slava Satan.
Il formato è un cd-r in una pregevole confezione A5 con logo pin; limitata a cinquanta copie.
La formazione è la seguente :  Agonia – voce, chitarra; Pesten – basso.
Lo stile musicale è un classico black metal; potente, diretto e senza fronzoli.
Dal punto di vista lirico queste le tematiche principali : satanismo, blasfemia e sentimento anticristiano.
“ Isolation “ Introduzione creata da ottimi riff iper distorti e da un horrorifico synth; l’effetto finale è letteralmente straordinario e spinge l’ascoltatore all’interno del girone infernale; creato dalla creatura black metal romana; che si delineerà con l’avvento della successiva composizione del lotto.
“ 3 Sisters “ parte la prima composizione vera e propria del lotto e lo stile è tipico del black metal con suoni grezzi, sporchi, ruvidi ma senza essere eccessivamente raw. La produzione è  eccezionale; ne troppo raw ne troppo pulita. La perfetta via di mezzo che esalta tutto il lavoro compositivo ed esecutivo del duo romano. Ottima la prova vocale di Agonia, splendide le costruzioni strumentali del brano, notevole l’apporto ritmico di Pesten e molto ben programmata la drum machine. Durante lo scorrere dei minuti non mancano svariati cambi di tempo e ritmo che impreziosiscono l’operato del combo nostrano e apportano maggiore longevità all’opera. La composizione si divide in tre parti la prima media, la parte centrale cattivissima con riff black metal dissonanti per finire con la terza e ultima sezione, molto più tranquilla e placida, dove nel solido muro sonoro risaltano dei pregevoli intarsi chitarristici.
“ Ectoplasm “ La durm machine, tellurica, detta il ritmo per il brano. Dopo pochi attimi entrano in scena chitarra e basso in un ottimo intreccio compositivo; il tutto condito sapientemente dalla scream vocals di Agonia. Ottima traccia; anche in questo caso, come nel precedente, i cambi di tempo e ritmo si susseguono durante lo scorrere dei minuti apportando longevità e peculiarità al progetto; nonostante durante il brano vi siano numerosi stacchi e cambiamenti stilistici non viene mai intaccato l’animo nero del brano. Puro black metal
“ Intermezzo “ lo dice il titolo stesso. Si tratta di una splendida composizione che fa da interludio; o meglio, da collante fra la traccia precedente e quella successiva. Black metal tinto di atmosfere rituali e spaziali. Risultato finale da pelle d’oca. Traccia fra le più ambiziose dell’intera release.
“ No Mercy “ l’ascoltatore deve ancora riprendersi dal viaggio onirico intrapreso con la precedente “ Intermezzo “ che si ritrova nel bel mezzo del caos rutilante di questa composizione. Ancora una volta puro black metal senza soluzione di continuità. Ottima la costruzione strumentale; ruvide e personali le scream vocals di Agonia, grande l’apporto al basso di Pesten; immensi gli inserimenti chitarristici.
“ Desolation “ chiude il demo nel migliore dei modi aggiungendo ulteriore linfa creativa alle composizioni precedenti. Splendida outro strumentale a metà fra i Darkspace e la musica ambient rituale.
Un ottimo demo che mette in luce tutte le peculiarità stilistico-compositive del progetto.
Determinante l’apporto ritmico di Pesten al basso, ottime le strutture dei brani sapientemente create e sviluppate da Agonia che ha dalla sua anche un solido scream ruvido e personale.
Grande opera prima.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio complessivo : 8/10

Tracklist

1.Isolation
2.3 Sisters
3.Ectoplasm
4.Intermezzo
5.No Mercy
6.Desolation

Comments are closed.