martedž, novembre 21, 2017 09:49

Acherontas – Amenti (2013)

Se siete affascinati dall’Esoterismo e dall’Occultismo, e nello stesso tempo siete amanti delle tragedie greche, questo quarto full length degli Acherontas potrebbe rivelarsi il miglior supporto sonoro a tutte e tre le cose, un intricato sottofondo con cui accompagnare i propri studi sulle scienze e le filosofie arcane, o semplicemente come colonna sonora di una tragedia infinita. Un album basato sulle emozioni pi√Ļ tenebrose, dall’ambientazione imponente e spettrale, in cui non mancano sperimentazioni atte a creare un coinvolgimento quasi teatrale e dove un’oscura trama melodica avvolge, allo stesso modo in cui potrebbe farlo un sudario, l’ascoltatore che, all’antitesi del mito di Orfeo, scende in un Ade sonoro, risucchiato nell’oscurit√† dalle ipnotiche e turbinanti note rituali, fino a perdersi nell’immensit√† di quegli inferi cos√¨ terribili ma cos√¨ affascinanti, ricchi di emozioni e sensazioni, da dimenticare il motivo che lo ha condotto l√¨, un posto cos√¨ lontano dalla vita, da cui non si √® sicuri se si riuscir√† mai a tornare indietro,o forse, da cui non si vuole ritornare. Amenti √® un album ambizioso, ma che, a mio parere, ha saputo raggiungere l’obbiettivo prefissato, regalandoci piccoli e preziosi frammenti di Inferno musicale.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 8/10

Tracklist

1. Voluntas Supra Materiam “Vocatio Prima”
2. Amenti – The Lamp ov the Desert
3. The Stele ov the Last Conjuration
4. Nebt-Het – Divulgence of ?er Sacral Temples
5. Set Triumphant – Nubti
6. Dissolution(In the Sands ov Time)
7. Wines of Blood & Pestilence
8. Erset La Tari – The Red Temple
9. “Vocatio Ultima”

Comments are closed.