sabato, novembre 18, 2017 00:51

Aborym – Dirty (2013)

A volte può stupire di quanto possa essere azzeccato il connubio tra 2 generi,  cosa che i connazionali  Aborym, hanno compreso e attuato al meglio. A 3 anni dalla loro ultima pubblicazione, Dirty sembra perfezionare ed evolvere in quella direzione che, pur continuando ad usufruire delle fredde sonorità Industrial e di quelle pesanti ed esasperate del Black, sembra arricchirsi di atmosfere oniriche, destinate ad alterare fantasmagoriche realtà in incubi metropolitani o sogni surreali. In qualsiasi caso, avvalendosi di una produzione e di un’esecuzione perfetta, Dirty ci scaraventa addosso tutto lo “sporco” che questa umanità è riuscita a produrre, lasciando poco spazio alla speranza, anche nelle parti melodiche, sembra di percepire il malessere di una società morente; se le parti in scream sono una dimostrazione di disprezzo e di denuncia, quelle in clean danno l’idea della resa e della rassegnazione, ma….ancora mi chiedo se il pianto di quel neonato alla fine del brano conclusivo del primo disco, già, dimenticavo di dire che l’opera è composta da 2 CD, non sia l’annuncio di una, per fortuna, non cristiana resurrezione del genere umano. Nel secondo CD, la band si è sbizzarrita nel riproporre nuove versioni di brani di album precedenti, ma ancor di più nel rivisitare in forma molto personale, cover degli Iron Maiden, Pink Floid e Nine Inch Nails, di nuovo c’è solo l’ultima traccia. Questo disco non è solo interessante, ma decisamente bello, non servono altre parole.

Recensione a cura di: Blackraven

Giudizio complessivo : 9/10

Tracklist

Disc 1
1. Irreversible Crisis
2. Across the Universe
3. Dirty
4. Bleedthrough
5. Raped by Daddy
6. I don’t Know
7. The Factory of Death
8. Helter Skelter Youth
9. Face the Reptile
10. The Day the Sun Stop Shining

Disc 2
1. Fire Walk with Us (new version)
2. Roma Divina Urbs (new version)
3. Hallowed Be Thy Name (Iron Maiden cover)
4. Comfortably Numb (Pink Floyd cover)
5. Hurt (Nine Inch Nails cover)
6. Need for Limited Loss (new track)

Comments are closed.