martedì, novembre 21, 2017 09:51

Abigail /Evil – Raw Black Thrashing Madness (Split, 2009)

Edito dalla Genocide Aesthetics, 7 pollici, gatefold, limitato a 400 copie al Mondo, numerate a mano, contenenti un esclusivo poster.
Questo split racchiude due ottimi progetti cult del black metal.
Da un lato gli Abigail, delle vere e proprie istituzioni metal del Sol Levante, autori di un solidissimo thrash metal ampiamente sporcato di nero pece e dall’altra lo storico gruppo brasiliano degli Evil (formatosi nel 1994 e attivo dall’anno successivo) con il suo classico black metal old-school marcissimo.
Il marciume sonoro, mixato genuinamente col thrash metal più malato, è la vera chiave di volta del disco.
iniziamo con il marciume totale degli Abigail e la loro “ Hammer of Damnation “. Ritmi serrati e tirati come da tradizione Abigail aprono in maniera perfetta la traccia. A completare il perfetto quadro apocalittico ci pensa la voce di Yasuyuki Suzuki e il suo straordinario talento al basso (giri opprimenti e claustrofobici) e alla chitarra (geniali alcuni inserimenti chitarristici conditi con classe e tecnica sopraffina). Il pezzo rimane costante per tutta la sua durata su tempi medio/alti. Splendido, a metà traccia, l’inserimento chitarristico realizzato con un perfetto equilibrio tra distorsione malata e melodia. La foga del pezzo fa immergere completamente l’ascoltatore nel mondo descritto dal testo cantato in scream da Yasuyuki Suzuki. Devastante la prova dietro la batteria di Youhei.
Girando il vinile, è ora la volta degli Evil. i Brasiliani, mettono da parte per un attimo il black metal old-school senza compromessi degli esordi e, ci regalano un’ottima perla di black metal profondamente intriso con il thrash metal più nero. Molto più vicino al classico Abigail sound che a quanto proposto fin qui dal combo brasiliano.
La composizione si intitola “ Iron Tyranny “ ed è  realizzata in modo perfetto. Appena parte veniamo subito risucchiati nel vortice creato magistralmente da chitarra e batteria. Il brano rimane sullo stesso ritmo fino a metà, non ci sono molte variazioni stilistiche e quelle poche che ci sono non intaccano il granitico muro sonoro creato da chitarra e batteria. Superata la metà troviamo un rallentamento, l’uso del clean parlato e poi una ripartenza feroce con un innesto meraviglioso di chitarra che funge da perfetta quadratura del cerchio e accompagna l’ascoltatore per gran parte del brano. Terminato il fraseggio, il pezzo continua la sua corsa inesorabile in un mix perfetto fra thrash e black metal.
Concludendo un ottimo split che consiglio ad ogni amante delle sonorità thrash e black.
Progetti come gli Abigail e gli Evil sono da supportare e stimare.

Recensione a cura di: Darkthrone85

Guidizio Complessivo : 8/10

Tracklist

Abigail
1.Hammer of Damnation

Evil
2.Iron Tyranny

Comments are closed.