domenica, novembre 19, 2017 21:32

…And Oceans – Chypher (2002)

Li avevo lasciati e vi avevo lasciati con il precedente A.M.G.O.D., un album che segnò un punto di evoluzione terremotante, visto che si passò da un Black Metal sinfonico ad uno più cibernetico ed industrialoide, tra l’altro un percorso evolutivo egregiamente eseguito.
Ma è con questo Chypher che gli …And Oceans fanno il botto definitivo.
Chyper riprende la lezione del disco precedente per estremizzarne i contenuti, da una parte la componente Metal, o Metal estremo come volete voi, che fra l’altro nelle vocals mantiene ancora una base Black Metal, e dall’altra tutta la struttura Electro che finalmente può esplodere in tutta la sua potenza.
Inutile anche citare le canzoni, a dire il vero molto eterogenee fra di loro, ma per dovere di cronaca impossibile non chiamare in causa Angelina: Chthonian Earth: Her Face Forms Worms e Aphelion: Light Evanescence: Into Extinction (da notare l’amore per i titoli corti e concisi…).
Molto interessante (forse anche più del contenuto musicale in sé) il concept lirico, un mix perfetto fra disagio urbano, deliri chimici e tanta lucida follia.
Inutile a questo punto anche dire che quelli che hanno apprezzato la svolta della band continueranno ad apprezzarli.

Recensione a cura di: BurdeN

Giudizio Complessivo: 8/10

Tracklist

1.Fragile: Pictures Of Silence: Melting The Skies
2.Picturesque: Cataclysm Savour: And The Little Things That Make Us Smile
3.Angelina: Chthonian Earth: Her Face Forms Worms
4.Halcyon: The Heavy Silence: In Silent Rain
5.Aphelion: Light Evanescence: Into Extinction
6.Opaque: The Morning I Woke Up Dead: Today Is The Day
7.Aphid: Devil Flower: Fruits Of Lunacy
8.Voyage: Lost Between Horizons: Eaten By The Distance
9.Catharsis: End Of Organisms: Absolute Purification Of Sins
10.Silhouette: In White Rooms: Vacant Bodies
11.Comatose: The World Amnesia: Planet Dead
12.Debris: The Magenta Harvest: Liquid Flesh
13.Nail: An Odyssey In Flesh: Celebrate The New Skin

Comments are closed.