lunedì, novembre 20, 2017 05:47

…And Oceans – A.M. G.O.D. (2001)

Questo disco degli …And Oceans è stato per me una rivelazione.
Da band mediocre quanto sciatta con il loro (ex) Black Metal trito e ritrito, questo lavoro,  li ha portati ad essere una band con la spina dorsale di acciaio, forti di una personalità e di una originalità all’epoca fuori dal comune.
Sgombro subito il campo da spiacevoli errori, una buona parte del loro stile è rimasta ancorata al Black Metal, e le sfuriate ritmiche inserite in brani come Esprit De Corps Lyrics e Intelligence Is Sexy parlano chiaro.
Allora cosa è che cambia, qual’è stato il fattore che li ha fatti distaccare dalle loro prime (scialbe) prove discografiche?
Semplice, l’inserimento in sede di arrangiamento, e non solo, di tutto quell’immaginario Industrial/Elettronico che all’inizio del nuovo millennio sembrava andare tanto di moda.
La fusione è stata praticamente perfetta, tutto è bilanciato e distruttivo.
Un grande lavoro fu svolto in studio di registrazione per riuscire a dare un equilibrio stabile fra la componente prettamente Metal e quella più sperimentale.
I paragoni con i vari The Kovenant e i MayheM (geniali e inarrivabili) di Grand Declaration Of War si sprecano, ma questo AM GOD ne risulta sempre e comunque superiore.
Tutte le melodie risultano vincenti al primo impatto, e questo in un territorio come quello del Metal estremo non mi pare affatto poco.
Veramente bello.

Recensione a cura di: BurdeN

Giudizio Complessivo: 8/10

Tracklist

1. Intelligence Is Sexy
2. White Synthetic Noise
3. Tears Have No Name
4. Esprit De Corps
5. Odious & Devious
6. Of Devilish Tongues
7. Postfuturistika
8. TBA In A Silver Box
9. New Model World

Comments are closed.